Seleziona una pagina

Dopo aver studiato la dinamiche sociali a livelli così profondi da fare cose ritenute “impossibili” in ambito relazioni mi sono chiesto… perché non applico li stessi concetti al “fare soldi”? Abbiamo già parlato di come trovare il tuo lavoro dei sogni, oggi andiamo più in dettaglio su come farlo fatturare 🙂

Premetto due cose importanti:

  • Fare soldi può diventare l’ennesimo modello di felicità. Per farli davvero bisogna essere felici già prima e sereni nell’accettare la propria realtà. Quindi perché dovrei fare i soldi..? Beh, per poter aiutare più persone. Per diffondere la felicità che già ho. Il problema è che se sono triste, depresso e abbattuto… eh, è un lavoraccio davvero. Perché vorrò tutti i soldi per me e sbatterlo in faccia a tutti per vendicarmi 🙂
  • Non sono milionario. Però posso dire che da agosto avrò uno stipendio nel top 1% degli stipendi italiani percepiti come dipendente. Negli ultimi 4 anni ero nel range del 5-6%. Questi lavori li ho scelti per le opportunità di crescita e per i progetti sfidanti che mi erano stati presentati. I soldi in se, come dicevano, erano solo una variabile utile ma non fondamentale. Altrimenti è la fine se ragioni solo in questi termini.
  • Non voglio venderti nulla e non avrei il tempo di seguirti perché sono concentrato sul mio lavoro principale. Scrivo questo articolo come guida per i miei amici che hanno difficoltà. Quindi no, non ho un e-commerce, non faccio drop-shipping, network marketing o altre cavolate che ti voglio rifilare con questo articolo… Quindi forse non è l’ennesima scammata 🙂

In questo articolo andremo a individuare i concetti fondamentali che molte persone ignorano e che fanno realmente la differenza quando parliamo di fare soldi.

Dipendente, partita iva, imprenditore, investitore

Il famoso Robert T. Kiyosaki nei suoi libri parla dei 4 quadranti del cash flow. Ovvero:

i 4 quadranti del cash flow

Dopo aver descritto questi 4 quadranti in dettaglio fa intendere che più ci avviciniamo ai quadranti sulla destra, più faremo soldi.

Questo è circa vero. Il problema è che molti hanno una fretta assassina ad andare sui quadranti sulla destra. Tralasciando e facendo molto male i quadranti sulla sinistra.

Ora, vorrei far notare:

  • Max Verstappen guadagna 70 milioni l’anno. Ed è un dipendente. Immagino abbia anche vari imprese poi comprate negli anni, tuttavia la sua fonte di sostentamento principale è un lavoro dove non è lui il capo.
  • Adrian Newey, l’ex responsabile tecnico di RedBull che ha creato varie vetture strepitose negli anni, ha attualmente uno stipendio di 10 milioni l’anno. E anche lui è un dipendente.
  • Cristiano Ronaldo, guadagna 260 milioni l’anno da dipendente. Oltre a tutte le varie collaborazioni commerciali ecc.
  • Tim Cook, il CEO di Apple, di recente si è tagliato lo stipendio del 49%… e guadagnerà “solo” 49 milioni.
  • Shonda Rhimes, l’autrice di Grey’s Anatomy, viaggia sui 10 milioni annui

Questo per dire che no, non è fondamentale essere un imprenditore per fare soldi. E anche tanti.

Se andiamo a vedere poi le statistiche vediamo come in media i dipendenti prendono 21.500€ annui di stipendio. Mentre gli imprenditori… 24.130€. Non mi pare che parliamo di cifre da capogiro. Questo per dire che no, diventare imprenditore non è automaticamente garanzia di fare i soldi. Anzi.

Molto spesso infatti le persone cercano di fare l’imprenditore o il freelance troppo presto. Quando non hanno ancora acquisito delle capacità sufficienti per avere un buon giro di clientela. Questo li porta alla frustrazione di avere pochi clienti, guadagnare pochi soldi, fare poca esperienza e non avere nessuno da cui apprendere. Un cane che si morde la coda.

Un esempio fu un ragazzo che ho seguito circa 7 anni fa che prendeva 300€ al mese facendo il consulente marketing in partita IVA. Passando a un lavoro dipendente rapidamente è riuscito a trovare un lavoro da 1500€ al mese. Che possono sembrare pochi, ma sono 5 volte quello che faceva da freelance. Un anno fa l’ho sentito e guadagnava più di me e aveva appena ricevuto un bonus produttività di 18mila euro.

Vuoi essere il primo a vedere i prossimi articoli? Entra nella nostra community 🙂

E no, non aveva una laurea. Solo un master fatto successivamente. Questo per dire che diventare un imprenditore o un freelance non è fondamentale e, anzi, molte volte è controproducente.

Quindi quando devo fare il freelance o l’imprenditore?

freelance e un imprenditore

La mia opinione è il più tardi possibile. Questo perché rimanendo dipendente potrai acquisire competenze, conoscenze e network tali per poter spaccare fortissimo nel momento in cui diventerai un imprenditore.

Un po’ quello che ha fatto il mio futuro capo, che è stato dipendente per anni per poi aprire un’azienda propria e raccogliere 10 milioni di pre-seed quando di media se ne raccolgono 250-500mila. Più di 20 volte di più.

Questo perché poteva portare un curriculum già importante, mostrare come aveva già raggiunto risultati in altre aziende e aveva già contatti e la capacità di creare un’azienda importante.

E’ naturale che c’è gente che parte da freelance o da imprenditore e, facendo una fatica incredibile, cresce un po’ alla volta fino a fare tanti soldi lo stesso. Come Bill Gates, Zuckerberg, ecc. Ma anche Zuckerberg… parliamo di una persone che aveva fatto un software MP3 per cui Microsoft avrebbe pagato milioni per averlo e l’avrebbe assunto poco dopo.

Insomma… diciamo che Zuckerberg aveva una situazione familiare che lo aveva portato a sviluppare precocemente un skillset fuori scala. Diciamo non la situazione del 99.99% delle persone lì fuori. Quindi fa un po’ poco testo.

In ogni caso, pure Zuckerberg avrebbe fatto molti più soldi se avesse lavorato subito per Microsoft. Solo in un secondo momento, messi via molti soldi e guadagnato validi contatti, avesse aperto una sua azienda.

Tuttavia, penso che semplicemente lui volesse divertirsi. E l’idea di cazzeggiare con gli amici a fare software fosse più potenzialmente divertente che non mettersi camicia e cravatta e andare in Microsoft. In altri termini, non importava cosa facesse. Aveva così tanto valore che in un modo o nell’altro avrebbe fatto necessariamente una barca di soldi. Anche facendo le cose un po’ a caso.

Molto spesso invece il motivo vero per cui la gente sceglie questa strada è perché è fissata con la libertà o con l’essere il capo. In altri termini, non riescono ad accettare gli scenari di chi esegue i comandi e chi è sotto qualcuno. Questo gli impedisce di acquisire quelle capacità necessarie per fare il salto di qualità e fare parecchi soldi.

Non entro ulteriormente in dettaglio sul tema imprenditore e investitore per due motivi:

  • se stai leggendo questo articolo e ti serve realmente… sono le ultime cose che devi approfondire in questo momento.
  • per quanto ho provato innumerevoli volte a lanciare vari progetti, non posso dire di avere un’adeguata esperienza su entrambi questi temi per parlarne con cognizione.

Avere due conti separati

è importante avere 2 conti diversi

Compreso dunque quale tipologia di lavoro ti conviene fare per iniziare, bisogna passare a un altro elemento fondamentale. Ovvero, l’avere 2 conti distinti. Non 3, 4 o 1. 2 conti. Non necessariamente un conto corrente, va bene anche una prepagata e un conto corrente.

Perché? Perché in un conto avrai il tuo denaro corrente e nell’altro conto avrai i risparmi. E’ una cosa base che dice praticamente chiunque nel mondo della finanza personale. Eppure vedo ancora poca gente che lo fa.

Il metodo è molto semplice. A inizio mese decidi di mettere via 100, 200, 300.. o quanti soldi riesci a mettere via. E li metti nel conto dei risparmi. E semplicemente cerchi di sopravvivere il resto del mese con i soldi che hai sul conto principale. Semplice no? In questo modo nel giro di un anno avrai 1200€, 2400€ o 3600€ da parte a seconda di quanto hai messo via.

E i soldi dei risparmi per quando li tocchi? Indicativamente mai. Li tocchi solo in due casi:

  • succede un’emergenza per cui ti servono dei soldi (perdi il lavoro, implode l’auto, hai una spesa improvvisa, ecc.)
  • c’è un’opportunità di business / crescita importante e imperdibile. In questo caso però non puoi andare ad intaccare più del 30-40% dei soldi messi via, altrimenti è decisamente troppo rischioso in base a quanti soldi hai messo da parte.

In questo modo avrai sempre sotto mano il tuo patrimonio e potrai sempre calcolare quanto ti puoi permettere al massimo di investire. Poi capiremo in che senso e come investire.

Il problema di molte persone, io incluso fino a qualche anno fa, è che spendono tutti gli stipendi fino all’ultimo centesimo ogni mese. In questo modo purtroppo non hanno quella “potenza economica” del poter cogliere gli affari quando si presentano. Semplicemente perché non hanno la base economica per farlo.

Viceversa, alcuni risparmiano e mettono via i soldi ma sistematicamente spendono tutta la loro base economica appena raggiungono una determinata soglia per comprarsi x o y. Così di fatto non cambia nulla perché la loro base economica torna a zero periodicamente.

Il tuo network è fondamentale per generare reddito

Un elemento che tempo fa non insegnavo ed è un hack che ho scoperto solo di recente è che il tuo network è fondamentale in quanti soldi fai.

Questo ragazzo l’ho aiutato qualche mese fa da quando aveva iniziato con la 6 months challenge. Dandogli qualche consiglio su instagram. Nulla di davvero importante a dire il vero.

Di recente ha visto il messaggio che ho lasciato nel nostro gruppo Telegram dove dicevo che cambiavo lavoro e prendevo un aumento importante. Ecco… il punto è che è cruciale ricevere messaggi come questo.

Vuoi essere il primo a vedere i prossimi articoli? Entra nella nostra community 🙂

Sembra secondario, ma tu riesci a fare solo il quantitativo di soldi che pensi di meritare. Se come persona ritieni di fare schifo e sei pieno di sensi di colpa… non combinerai mai nulla.

Se guardi la storia di Mr Beast lo spiega anche lui stesso:

A un certo punto infatti si accorge che donando denaro aveva un ritorno di visibilità devastante. E che fu proprio quello che fece esplodere il canale. Semplicemente dando via il più valore possibile alle persone a lui vicine, gli fece esplodere letteralmente i video facendolo andare virale.

La cosa divertente è che Jimmy ha insegnato a suo fratello esattamente quello che faceva lui… ma lui ha fallito:

Il motivo è che era palese che era sostanzialmente solo una copia. E il suo stesso network gli dava addosso dicendogli che aveva copiato il fratello, che mancava di creatività e che i suoi contenuti non erano originali.

Alla fine non ha fatto nulla di male. Però a una certa il suo stesso network ha deciso che lui doveva chiudere. E infatti non sta più creando contenuti. Ha provato a fare un canale sul gaming che, tuttavia, è durato ben poco e l’ha chiuso poco dopo.

E questo nonostante il fatto che suo fratello gli avesse dato 100k in regalo e aiuto sul fare letteralmente qualsiasi cosa:

Questo per dire che Mr Beast sta facendo le “cose giuste” ma non ha realmente compreso perché. E quindi non è riuscito a replicarlo con il fratello.

Alla fine dunque, nessuno vuole che abbia successo qualcuno di arrogante, cattivo o che fa solo del male al prossimo. Storicamente anche i peggiori facevano cose positive per qualcuno. Magari dicevano che facevano del male a certe etnie per proteggere il proprio popolo. Oppure, come Pablo Escobar, davano molti aiuti umanitari per compensare i suoi traffici illeciti con la droga.

Tuttavia, se riesci a rimuovere più odio possibile e fare solo buone azioni, essere una persona positiva, umile e ad aiutare gli altri… diventa molto più semplice scalare la vetta perché le persone vogliono sempre aiutare qualcuno che è generoso e il cui principale obiettivo è aiutare il prossimo.

Come posso dunque fare a forzare il mio network ad aiutarmi?

è importante aiutare gli altri se vuoi essere aiutato

Naturalmente a nessuno piace essere forzato. Tuttavia, ci sarà un modo per portare il tuo network ad “amarti” e aiutarti nella tua scalata. Attualmente cosa devi fare, affidarti al caso? Sarebbe terribile.

Ecco, il modo è piuttosto semplice.

Come abbiamo anticipato, “basta” essere genuinamente buoni. Quando abbiamo parlato di Ego vs Autostima abbiamo compreso come l’ego è quella parte “danneggiata” del nostro sistema che ci porta a fare cose negative. A sentirci sbagliati e a odiare il prossimo.

Ecco. E’ davvero difficile… però se riesci a rimuovere questa parte totalmente o quasi dalla tua esistenza… diventi incredibilmente buono. Inoltre, diventi capace di provare emozioni davvero forti. E, se non hai paura di essere ferito o danneggiato… riesci ad amare il prossimo al massimo, con tutto te stesso.

Alla fine è abbastanza semplice. Il modo più banale per essere amato… è essere tu in primis che ami al 100% il prossimo. Naturalmente ci sarà sempre qualcuno che ti odierà per motivi suoi arbitrari.. però è ok se è meno del 10%. Diventa un problema se tante persone ti odiano e nessuno ti ama / ti apprezza.

Inoltre, se arrivi in questa condizione hai bisogno davvero di pochissimo. Non ti viene da spendere per niente. Fai una vita molto basic senza molti orpelli. Semplicemente perché non hai autostima da recuperare ma ti senti già bene così come sei senza nulla.

Vuoi essere il primo a vedere i prossimi articoli? Entra nella nostra community 🙂

Ti chiederai dunque perché ti servono i soldi se stai già bene così… ecco esatto, non ti servono e non te ne può fregare di meno. Il che è il motivo per cui diventa facile ottenerli. Il motivo reale per cui finisci per ottenerli è per donarli al prossimo per aiutare le persone e rendere il mondo un posto migliore.

Come fa anche Mr Beast che ha creato un canale dedicato alla filantropia e all’aiutare il prossimo:

La parte molto difficile è l’inizio. Dare quando hai davvero poco e dovresti solo chiedere è difficile… però se non ti interessa perché hai già tutto ciò che ti serve.. alla fine dare non è poi chissà che grande peso.

Per Mr Beast donare i suoi primi 10mila euro non è stato semplice. Eppure ha funzionato ed è ciò che, nel lungo periodo, l’ha reso famoso e gli ha fatto fare un botto di soldi.

Nel tuo caso pratico, magari non hai tanti soldi e quindi non riesci a donarne. Tuttavia, puoi dare attenzioni ai tuoi genitori. Aiutarli in casa. Non rispondere indietro ma cercare di essere comprensivo e fare quello che ti chiedono ecc. Più aiuti il tuo network, specialmente la tua famiglia, più avrai un ritorno esponenziale. Più ci entrerai in conflitto, meno soldi farai.

Molte persone sono così focalizzate sul chiedere e sul capire come fare i soldi e quindi come prendere che hanno letteralmente il terrore di dare. Ho pochissimo! Perché dovrei essere io a dare? A me non ha mai dato niente nessuno… peccato che ragionando così nessuno dà mai nulla a nessuno.. 🙂 se vuoi una mano devi essere tu che dai inizio a questo circolo virtuoso. Non per secondi fini, ma perché ti renderai conto che aiutare le persone è gratificante ed è il modo più veloce per alzarti l’autostima.

Questo è il motivo per cui per me in questi anni la priorità è stata aiutare, anche economicamente, la mia ragazza. E cercare di aiutare il più possibile la mia famiglia. Specialmente i membri più in difficoltà come mia nonna che ormai ha 97 anni.

Tutti pensano che gli anziani siano le persone meno “utili” quando invece prendersi cura di loro è la cosa più importante di tutte. L’amore e l’affetto che ti può dare qualcuno che è ritenuto sbagliato, un peso e poco di valore da tutti è incredibile. Oltre alla grande conoscenza che hanno e i consigli validi che possono darti. Più un elemento della tua famiglia ha bisogno di aiuto e nessuno lo bada, più per te è prioritario aiutarlo.

Pian piano avrai la possibilità di avere più soldi, più tempo e più capacità per aiutare anche altre persone al di fuori dalla tua famiglia. Come io adesso che sto facendo questo articolo gratuitamente. Oppure ho organizzato vari eventi gratuiti utili per chi ha partecipato. Se il tutto è fatto spontaneamente, con la reale intenzione di aiutare.. e non alla “Mr Bro”, per fare qualche soldo… alla lunga funziona.

Quanto è fondamentale questa cosa? E’ tipo il 90% di quello che dovresti fare. Chi ne parla? Praticamente nessuno. Chi anche sapendolo lo fa? Ancora meno persone.

“Chi è che mi aiuta a me? 🙁 :-(“… Mindset da vittima activated.

Se hai un network forte lo fai per te. Per avere delle fondamenta stabili. Senza non potrai mai avere granché successo, a meno di nascere già in un network di alto livello e non dover fare nulla. Il che sembra una fortuna, ma in realtà dovesse andare qualcosa storto… non avresti idea di come tornare ai livelli precedenti.

L’importanza dello studio

l'importanza dello studio per migliorare la propria condizione economica

In questi anni ho studiato veramente tantissime cose. E’ naturale che avere una laurea e un titolo di studio tornano comodi. Tuttavia, ogni istante che puoi studiare è fondamentale per accrescere le tue conoscenze.

Ne abbiamo già parlato quando abbiamo parlato di produttività. Tuttavia, ci sono tantissime cose da imparare se vuoi generare reddito.

Il “problema” di molti infatti è che si trovano a 30 anni con lavori fisicamente stancanti (es: lavorare in un supermercato, fare l’operaio, ecc.) e senza alcuna conoscenza spendibile. E non hanno quindi il tempo e le energie per mettersi lì e studiare per migliorarsi.

Vuoi essere il primo a vedere i prossimi articoli? Entra nella nostra community 🙂

In questa situazione è davvero difficile venirne fuori anche se è fattibile anche in quel caso con uno sforzo davvero importante.

Molti altri invece studiano cose totalmente inutili o senza la prospettiva di un’azienda. Quello che studi come può far fare i soldi alla tua azienda? Come puoi prendere ciò che apprendi e trasformarlo in denaro?

Per esempio, imparare come fare marketing è fondamentale per generare reddito. Anche creare video, articoli o comunque contenuti. Anche creare qualcosa di fisico o virtuale, quindi ingegneria o fare il programmatore sono skill molto utili per un’azienda.

Se invece quello che stai imparando è qualcosa di astratto e poco commercializzabile.. tipo stai studiando, faccio per dire, storia… diventa molto complesso metterlo a terra e creare denaro da lì.

Molto spesso quindi le persone studiano “quello che gli piace” e non quello che serve realmente. La storia va benissimo, ma allora devi comprendere come riuscire a utilizzare quella capacità per generare reddito. E a crearti un business molto differenziato dagli altri per riuscire a usare quella tua capacità.

Alberto Angela, per esempio, utilizza le sue capacità oratorie e le sue conoscenze storiche per creare contenuti interessanti di divulgazione. Questo gli ha permesso di generare moltissimo reddito, nonostante non sia un lavoro convenzionale.

Anche GeoPop con i suoi vari contenuti di divulgazione ha avuto un successo strepitoso:

Non è impossibile quindi far generare reddito a cose che anche tendenzialmente non sono molto famose per generarne molto. Tuttavia, in questi casi è sicuramente molto più difficile.

E, allo stesso tempo, è molto difficile trovare lavori da dipendente che, come abbiamo visto, sono anche quelli più semplici per generare reddito rapidamente.

Pertanto il mio consiglio è cercare il più possibile di studiare cose che sono facili da mettere a terra e per cui ci sono già molte offerte di lavoro. In questo modo sarà molto più semplice avere uno stipendio e cercare di fare carriera in quella direzione. A meno di essere molto ricchi di famiglia, per cui a quel punto conviene fare solo quello che ti piace perché tanto i soldi già ce li hai.

Individuare dunque le cose migliori da studiare e investire economicamente per fare un piano di studi efficace per farti generare reddito è fondamentale per fare più soldi.

Investimenti e opportunità

investimenti e opportunità per fare soldi

E’ un tema molto complesso. Tuttavia, la chiave per fare sempre più soldi e sapere in modo accurato come e dove investire. Spesso può essere controintuitivo. Per esempio, ho speso tanti soldi per aiutare la mia ragazza a migliorarsi come dicevo. Perché? Perché ero convinto che avesse grandi margini di miglioramento e, soprattutto, potevo aiutarla. Quindi mi è sembrato ed è stato un ottimo investimento.

Se sono riuscito ad avere un aumento davvero importante è anche grazie a tutto l’aiuto che mi sta dando e a quanto riesce ora a supportarmi rispetto al passato.

In generale, qualsiasi cosa possa aumentare la tua produttività è un buon investimento. Anche tutto ciò che migliora la tua autostima e fa crescere / migliorare il tuo network è un buon investimento. Idem tutto quello che ti permette di studiare e migliorare le tue skill. Il problema piuttosto è: con i soldi che hai, come ti conviene spenderli?

Vuoi essere il primo a vedere i prossimi articoli? Entra nella nostra community 🙂

Faccio un esempio. Se nel tuo conto dei risparmi hai 15mila euro, un investimento da 200€ è ok. Un investimento da 13mila euro, è l’86%. Quindi è decisamente troppo ed è sconsigliato in ogni caso.

Nuovamente, vedere costantemente il tuo conto dei risparmi che è in discesa per via di “troppi” investimenti, non va bene in linea generale.

Inoltre, un investimento che adesso può sembrare follia, fra 5 anni può essere totalmente sensato. Per esempio, con 15mila euro sul conto un’auto nuova potrebbe essere una pessima idea. Se invece hai un milione e stai guadagnando molto e non hai tempo di verificare le auto usate… un’auto nuova è semplicemente il modo migliore per non perdere tempo.

Il problema è che le persone povere guardano a come spendono i soldi le ricche e pensano di dover fare simile. E’ più vero il contrario! Le persone ricche hanno dei capitali per cui gli possono sembrare sensate cose che per un comune mortale sono delle cazzate pazzesche.

Per esempio, regalare un anello da 40mila euro alla fidanzata se hai 45mila euro nel conto è pura follia. Se hai svariati milioni, magari è persino la norma. Anzi, forse è pure poco.

Se ci pensi le persone ricche hanno problemi molto più complessi delle persone povere. Hanno svariate migliaia di euro se non milioni e non sanno come investirli per aumentarli. Non è così semplice o ovvio.

Questo è anche il motivo per cui se ti fai pagare davvero tanto per risolvere un grande problema delle persone ricche fai davvero tanti soldi. Perché non vedono l’ora di darteli 🙂

Per una persona povera invece, magari può aver senso spendere 50€ di fisioterapia o 20€ per un libro e ha fatto. Ecco, era il miglior investimento che poteva fare considerato il suo budget.

Solo che molti di quelli che sono poveri hanno paura di fare investimenti perché hanno il terrore di rimanere senza soldi. Quindi accumulano accumulano e non investono mai. O viceversa spendono spendono… ma in vestiti o cose che non servono a niente. Anche i vestiti possono essere utili, dipende se hanno senso a livello strategico oppure no.

Il tema di dove investire i propri soldi e come è molto lungo e complesso. E alla fine della fiera è uno degli elementi che fa molto la differenza. Per cui penso che farò un articolo a parte dedicato.

Conclusioni

Ci sono ancora molte cose da dire. In particolare: ok, come ho fatto dunque io a farmi dare un aumento importante? Dove ho investito e perché? E perché non mi è mai fregato nulla di investire in azioni o cose simili?

Queste sono tutte domande interessanti… per un altro articolo 🙂 iscriviti alla community per non perdere i prossimi.