Seleziona una pagina

Nel 2010 iniziai a leggere il mio primo libro di crescita personale, “Perchè Mentiamo con gli Occhi e ci Vergognamo con i Piedi?” di Allan e Barbara Pease. Un libro fantastico che mi fece capire una cosa: esiste il manuale delle istruzioni non solo per i computer, ma anche per le persone.

Da sempre ero stato davvero negato nel cercare di capire gli altri. Nel cercare di connettere con gli altri. Non capivo le loro reazioni, i segnali non detti, gli sguardi, un’eventuale interesse o un’opportunità. Persino quando mi prendevano in giro o meno.

Per quello mi ero trincerato dietro l’informatica. L’unico mondo, fino a quel momento, che riuscissi davvero a capire.

Da lì è partito un lavoro e una ricerca quasi spasmodica nel cercare di analizzare ogni dinamica sociale, a spezzarla, a farla mia interamente. Per capire cosa facesse davvero la differenza. Cosa funzionasse nei vari ambiti.

Nel mentre ho lanciato vari progetti e start-up. Alcune più o meno fallimentari. Per capire esattamente cosa volevano le persone. E produrre qualcosa che un cliente volesse davvero e non fosse solo un’emanazione del mio ego.

Questo vuole essere dunque un diario di bordo in cui analizzerò il mio percorso. Darò uno spaccato di cose che per me sono state importanti. Senza la pretesa che sia tutto corretto o perfetto. E’ solo la mia visione del mondo in cose a prima vista quasi scorrelate. Ma che fanno tutte parte di un disegno di crescita organico.